Procedura per l’adempimento degli obblighi in materia di Internal Dealing
PRG 24 – aggiornamento del 28/09/2016

1. Definizioni
2. Soggetti Rilevanti
3. Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti
4. Soggetto Preposto
5. Operazioni soggette a comunicazione al Soggetto Preposto
6. Modalità e termini della comunicazione al Soggetto Preposto
7. Operazioni Rilevanti soggette a comunicazione al pubblico e alla Consob
8. Modalità e termini della comunicazione al pubblico e alla Consob delle Operazioni Rilevanti
9. Blocking Period
10. Comunicazione della Procedura alle Persone Rilevanti
11. Trattamento dei dati personali
12. Modificazioni e integrazioni
13. Flusso informativo verso l’Organismo di Vigilanza

Premessa
La presente Procedura regola gli obblighi informativi inerenti alle operazioni su strumenti finanziari compiute dalle Persone Rilevanti, come di seguito individuate dalla Procedura medesima, al fine di garantire una maggiore trasparenza nei confronti del mercato e adeguate misure preventive contro gli abusi di mercato e, in particolare, contro l’abuso di informazioni privilegiate.
La Procedura è adottata da Mittel S.p.A. in attuazione della disciplina contenuta nell’articolo 19 del Regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea del 16 aprile 2014 relativo agli abusi di mercato (Market Abuse Regulation – MAR), integrato dagli articoli 7 e ss. del Regolamento Delegato (UE) 2016/522 della Commissione Europea del 17 dicembre 2015 e dal Regolamento di Esecuzione (UE) 2016/523 della Commissione Europea del 10 marzo 2016.
La procedura è altresì una componente fondamentale del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi della Società, nonché parte integrante del complessivo sistema di prevenzione degli illeciti di cui al Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231.
Le disposizioni della presente Procedura entrano in vigore con efficacia cogente a far data dal 28 settembre 2016. Le eventuali successive modifiche e/o integrazioni entrano in vigore il giorno dell’eventuale pubblicazione della Procedura sul sito internet della Società, ovvero nel giorno diversamente previsto da norme di legge o di regolamento o da delibera del Consiglio di Amministrazione.

1. DEFINIZIONI
Ai fini della presente Procedura, i termini e le espressioni qui di seguito elencati, ove riportati con l’iniziale maiuscola, hanno il significato ad essi assegnato in questo articolo 1 ovvero nel testo della presente Procedura. Ove il contesto lo richieda, i termini definiti al singolare mantengono il medesimo significato anche al plurale e viceversa.
Atto Delegato 522: il Regolamento Delegato (UE) 2016/522 della Commissione Europea del 17 dicembre 2015.
Borsa Italiana: la società di gestione del mercato Borsa Italiana S.p.A.
Elenco delle Persone Rilevanti: l’elenco delle Persone Rilevanti, costituito dalla Lista dei Soggetti Rilevanti e dalla Lista delle Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti.
ITS 523: il Regolamento di Esecuzione (UE) 2016/523 della Commissione Europea del 10 marzo 2016.
Lettera di Accettazione: la lettera di accettazione della Procedura redatta secondo il modello di cui all’Allegato “C” della Procedura, debitamente compilata in tutte le sue parti e corredata della lista delle Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante, sottoscritta dal Soggetto Rilevante interessato in segno di integrale accettazione della Procedura.
Lettera di Trasmissione: la lettera di trasmissione della Procedura redatta secondo il modello di cui all’Allegato “B” della Procedura sottoscritta dal Soggetto Preposto.
Lista dei Soggetti Rilevanti: la lista dei Soggetti Rilevanti.
Lista delle Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti: la lista delle Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti.
MAR: il Regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea del 16 aprile 2014 relativo agli abusi di mercato (Market Abuse Regulation).
Modello di Notifica: il modello di notifica e di comunicazione al pubblico delle Operazioni effettuate dalle Persone Rilevanti di cui all’allegato dell’ITS 523, riprodotto in formato cartaceo sub Allegato “D” alla presente Procedura.
Operazioni: le operazioni oggetto di comunicazione, indicate, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nell’Allegato “A” della presente Procedura.
Operazioni Rilevanti:le operazioni di cui all’articolo 7 della Procedura.
Persone Rilevanti: i Soggetti Rilevanti congiuntamente alle Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti.
Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti: i soggetti come definiti all’articolo 3.1.
Procedura: la presente procedura per l’adempimento degli obblighi in materia di internal dealing, comprensiva dei relativi Allegati che ne costituiscono parte integrante.
SDIR-NIS: il circuito SDIR-NIS gestito da BIt Market Services, di cui si avvale la Società per la trasmissione delle Regulated Information.
Sede di Negoziazione: una sede di negoziazione quale definita nell’articolo 4, paragrafo 1, punto 24), della direttiva 2014/65/UE, ossia un mercato regolamentato, un sistema multilaterale di negoziazione o un sistema organizzato di negoziazione.
Società o l’Emittente: Mittel S.p.A., con sede legale in Piazza Armando Diaz n.7 – 20123 – Milano.
Soggetto Preposto: Responsabile Ufficio Societario e Legale dell’Emittente che, agli effetti della presente Procedura, ha le funzioni, gli obblighi e le responsabilità ivi indicati.
Soggetti Rilevanti: i soggetti come definiti all’articolo 2.1.
Strumenti Finanziari: gli strumenti finanziari indicati all’articolo 5.2.
SSA: il meccanismo di stoccaggio autorizzato di cui si avvale la Società per il mantenimento delle Regulated Information pubblicate.

2. SOGGETTI RILEVANTI
2.1 Si considerano Soggetti Rilevanti agli effetti della presente Procedura:
(i) i componenti dell’organo di amministrazione o di controllo della Società;
(ii) gli alti dirigenti, individuati a cura del Consiglio di Amministrazione, che, pur non essendo membri degli organi di cui alla lettera (i), abbiano regolare accesso a Informazioni Privilegiate concernenti direttamente o indirettamente la Società e detengano il potere di adottare decisioni di gestione che possono incidere sull’evoluzione futura e sulle prospettive dell’Emittente.
(iii) chiunque detenga una partecipazione pari almeno al 10% del capitale sociale di Mittel S.p.A., rappresentato da azioni con diritto di voto, nonché ogni altro soggetto che controlla Mittel S.p.A.

2.2 La Lista dei Soggetti Rilevanti è predisposta a cura del Consiglio di Amministrazione e aggiornata a cura dell’Amministratore Delegato , con l’assistenza del Soggetto Preposto. Il Soggetto Preposto provvede alla conservazione di detta lista nell’archivio di cui all’articolo 4.2(b) e riferisce al Consiglio di Amministrazione, quando ritenuto necessario o opportuno.

3. PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AI SOGGETTI RILEVANTI
3.1 Si considerano Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti agli effetti della presente Procedura, i soggetti rientranti nelle seguenti categorie:
(a) il coniuge o il partner equiparato al coniuge ai sensi del diritto italiano;
(b) i figli a carico ai sensi del diritto italiano;
(c) i parenti che abbiano condiviso la stessa abitazione da almeno un anno alla data dell’Operazione;
(d) le persone giuridiche, i trust o le società di persone, quando le responsabilità di direzione sono rivestite da un Soggetto Rilevante o da una persona strettamente legata rientrante nelle categorie di cui alle precedenti lettere (a), (b) o (c), o direttamente o indirettamente controllata da uno di detti soggetti, o sia costituita a suo beneficio, o i cui interessi economici siano sostanzialmente equivalenti agli interessi di uno di detti soggetti.

3.2 I Soggetti Rilevanti sono tenuti a informare per iscritto le Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti circa condizioni, modalità e termini in base ai quali le stesse sono tenute al rispetto degli obblighi di legge e di regolamento relativi e/o conseguenti al compimento delle Operazioni, nonché al rispetto della presente Procedura. I Soggetti Rilevanti conservano copia della predetta comunicazione. Ciascun Soggetto Rilevante fornisce alla Società la Lista delle Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante medesimo, costituente allegato alla Lettera di Accettazione di cui all’articolo 10.2., e provvede a comunicare tempestivamente alla Società eventuali variazioni di detta lista, con apposita dichiarazione sottoscritta in originale e consegnata al Soggetto Preposto, ovvero inviata al medesimo tramite raccomandata con avviso di ricevimento, anticipata via posta elettronica, o ancora tramite posta elettronica certificata. Il Soggetto Preposto provvede alla conservazione della Lista delle Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante nell’archivio di cui all’articolo 4.2(b).

3.3 La Lista delle Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante unitamente alla Lista dei Soggetti Rilevanti costituisce l’Elenco delle Persone Rilevanti. Il Soggetto Preposto provvede alla conservazione di detto elenco nell’archivio di cui all’articolo 4.2(b).

3.4 Ogni adempimento, obbligo, onere e/o formalità relativi o connessi al rispetto della Procedura da parte delle Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante, incluse le relative responsabilità, restano esclusivamente di competenza e/o a carico di ciascun Soggetto Rilevante interessato.

4. SOGGETTO PREPOSTO
4.1 Il responsabile dell’Ufficio Societario e Legale della Società svolge le funzioni di Soggetto Preposto indicate al successivo punto 4.2.

4.2 Al Soggetto Preposto sono attribuite le seguenti funzioni:
(a) ricezione delle informazioni trasmesse dai Soggetti Rilevanti ai sensi della Procedura;
(b) gestione delle informazioni inviate dai Soggetti Rilevanti: tale gestione comprende lo svolgimento dell’attività di conservazione in apposito archivio della documentazione, anche in formato elettronico, ricevuta ovvero trasmessa ai sensi della Procedura, nonché delle attività di verifica e selezione del complesso delle Operazioni comunicate dai Soggetti Rilevanti necessarie per il corretto adempimento degli obblighi di comunicazione al pubblico e alla Consob di cui all’articolo 7;
(c) trasmissione delle informazioni al pubblico e alla Consob, e messa a disposizione delle stesse sul sito internet della Società, con le modalità e nei termini di cui all’articolo 8;
(d) informativa ai Soggetti Rilevanti in ordine all’adozione della Procedura, alle sue modifiche e integrazioni, secondo quanto previsto dagli articoli 10 e 12.;
(e) svolgimento delle ulteriori funzioni stabilite nella Procedura;
(f) informativa al Consiglio di Amministrazione, o in caso di urgenza al Amministratore Delegato, relativamente a questioni attinenti l’attuazione della Procedura, ove ne ravvisi l’opportunità o la necessità, anche al fine di proporre eventuali modifiche e/o integrazioni della Procedura ai sensi dell’articolo 12;
(g) Informativa all’Amministratore Delegato delle comunicazioni eventualmente pervenute oltre i termini previsti dalla normativa (o concordati).
Il Preposto non potrà essere ritenuto responsabile degli inadempimenti agli obblighi di informativa posti a carico della Società derivanti da omessa, non corretta o ritardata comunicazione dal parte dei Soggetti Rilevanti o delle persone a loro strettamente legate.

4.3 Il Soggetto Preposto ha il diritto di richiedere, via posta elettronica, a ciascun Soggetto Rilevante ogni informazione, chiarimento e/o integrazione, anche relativa alle Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti, necessaria e/o utile ai fini dell’attuazione della presente Procedura. Il Soggetto Rilevante destinatario della richiesta è tenuto a rispondere al Soggetto Preposto, via posta elettronica, entro e non oltre 5 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta. Il termine entro il quale il Soggetto Rilevante è tenuto a rispondere al Soggetto Preposto è ridotto a 2 giorni lavorativi in caso di urgenza debitamente segnalata dal Soggetto Preposto.

4.4 Il Soggetto Preposto è tenuto ad adempiere gli obblighi previsti nella presente Procedura con la diligenza commisurata alla funzione ricoperta.

4.5 Le comunicazioni al Soggetto Preposto effettuate ai sensi e per gli effetti della presente Procedura sono dirette all’attenzione di Responsabile dell’Ufficio Legale e Societario Avv. Laura Ugoletti come segue:
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo: Mittel S.p.A. – Piazza Armando Diaz n. 7 – 20123 Milano
– a mezzo fax al numero: 02 72002311;
– via posta elettronica all’indirizzo: laura.ugoletti@mittel.it;
– via posta elettronica certificata all’indirizzo: mittel@actaliscertymail.it

5. OPERAZIONI SOGGETTE A COMUNICAZIONE AL SOGGETTO PREPOSTO
5.1 Il Soggetto Rilevante è tenuto a comunicare al Soggetto Preposto, con le modalità e nei termini indicati all’articolo 6., tutte le operazioni aventi ad oggetto gli strumenti finanziari emessi dalla Società di cui al successivo articolo 5.2 (gli “Strumenti Finanziari”) qualunque ne sia l’ammontare (le “Operazioni”).
5.2 Agli effetti della presente Procedura si intendono per Strumenti Finanziari:
(a) le azioni;
(b) gli strumenti di debito;
(c) gli strumenti derivati;
(d) gli strumenti finanziari collegati agli strumenti di cui ai precedenti punti (a) e (b).
5.3 Si precisa che si considerano in ogni caso Operazioni ai sensi e per gli effetti della presente Procedura le operazioni elencate, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nell’Allegato “A” alla Procedura.

5.4 Le Operazioni aventi ad oggetto gli Strumenti Finanziari compiute da Persone strettamente legate al Soggetto Rilevante sono oggetto di comunicazione al Soggetto Preposto a cura del Soggetto Rilevante, a norma degli articoli 5 e 6.

6. MODALITÀ E TERMINI DELLA COMUNICAZIONE AL SOGGETTO PREPOSTO
6.1 La comunicazione di cui all’articolo 5 da parte del Soggetto Rilevante al Soggetto Preposto deve avvenire entro il giorno lavorativo successivo alla data di effettuazione dell’Operazione (la “Data dell’Operazione”), con le modalità indicate al successivo articolo 6.2. Qualora il giorno della Data dell’Operazione sia un venerdì non festivo la predetta comunicazione dovrà essere effettuata entro il primo giorno lavorativo di calendario successivo. Per Data dell’Operazione si intende, agli effetti della presente Procedura, con riferimento alle Operazioni effettuate in una Sede di Negoziazione, la data dell’avvenuto abbinamento dell’ordine con la proposta contraria, a prescindere dalla data di liquidazione. Si precisa che in caso di Operazioni sottoposte a condizione, l’obbligo di notifica in capo alle Persone Rilevanti sorge dal momento del verificarsi della condizione medesima.

6.2 La comunicazione di cui all’articolo 5.1 è effettuata attraverso l’invio al Soggetto Preposto del Modello di Notifica, debitamente compilato dal Soggetto Rilevante secondo le istruzioni ivi contenute, con le seguenti modalità:
– a mezzo fax al numero: 02 72002311;
– via posta elettronica all’indirizzo: laura.ugoletti@mittel.it;
– via posta elettronica certificata all’indirizzo: mittel@actaliscertymail.it;

6.3 Nell’ipotesi in cui nella stessa giornata siano compiute più Operazioni riferibili allo stesso Soggetto Rilevante, questo dovrà effettuare un’unica comunicazione mediante invio del Modello di Notifica di cui all’articolo 6.2 contenente il riepilogo di tutte le Operazioni. Nel caso di più Operazioni della stessa natura, relative alla stesso Strumento Finanziario, effettuate lo stesso giorno di negoziazione e nella stessa Sede di Negoziazione, o al di fuori di una Sede di Negoziazione, dovrà essere indicato nella comunicazione il volume di tutte le predette Operazioni come un unico dato che rappresenta la somma aritmetica del volume di ciascuna Operazione. Dovrà essere inoltre indicato il corrispondente prezzo medio ponderato per il volume delle predette Operazioni. Nel compilare il Modello di Notifica, le Operazioni di diversa natura, quali, ad esempio, gli acquisti e le vendite, non dovranno essere aggregate, né compensate tra loro.

7. OPERAZIONI RILEVANTI SOGGETTE A COMUNICAZIONE AL PUBBLICO E ALLA CONSOB
7.1 Il Soggetto Preposto comunica al pubblico e alla Consob, con le modalità e nei termini di cui al successivo articolo 8, le Operazioni riferibili a ciascun Soggetto Rilevante, il cui importo complessivo raggiunga Euro 5.000,00 (cinquemila/00) nell’arco di un anno solare (le “Operazioni Rilevanti”); successivamente al raggiungimento di tale importo tutte le operazioni effettuate sono considerate Operazioni Rilevanti. Detta comunicazione deve intendersi effettuata dalla Società per conto e sotto la responsabilità del Soggetto Rilevante interessato, in forza della Lettera di Accettazione debitamente compilata e sottoscritta a norma dell’articolo 10.2.

7.2 Ai fini del calcolo del controvalore di cui al precedente articolo 7.1 il controvalore delle Operazioni:
(a) è calcolato sommando senza compensazione tutte le Operazioni medesime;
(b) va computato sommando le Operazioni effettuate per conto di ciascun Soggetto Rilevante e le Operazioni effettuate per conto delle Persone strettamente legate a ciascun Soggetto Rilevante.

8. MODALITÀ E TERMINI DELLA COMUNICAZIONE AL PUBBLICO E ALLA CONSOB DELLE OPERAZIONI RILEVANTI
8.1 La comunicazione al pubblico e alla Consob delle Operazioni Rilevanti di cui al precedente articolo 7, da parte del Soggetto Preposto, deve avvenire, previa formale autorizzazione da parte dell’Amministratore Delegato, ovvero, in caso di sua assenza o impedimento, dal Presidente del Consiglio di Amministrazione, tramite invio del Modello di Notifica, mediante (i) SDIR-NIS; (ii) SSA, compilato dal Soggetto Preposto in conformità alla comunicazione inviata dal Soggetto Rilevante a norma dell’articolo 6.2; (iii) con le eventuali ulteriori modalità stabilite dalla Consob.

8.2 La comunicazione di cui al precedente articolo 8.1 deve avvenire tempestivamente e comunque entro il 3 giorno lavorativo successivo alla Data dell’Operazione.

8.3 Le comunicazioni effettuate ai sensi del presente articolo 8 sono tempestivamente messe a disposizione del pubblico sul sito internet della Società in una apposita sezione denominata “internal dealing” accessibile al seguente indirizzo: http://www.mittel.it/category/internal-dealing/.

9. BLOCKING PERIOD
9.1 Le Persone Rilevanti non effettuano Operazioni relative agli Strumenti Finanziari, per conto proprio oppure per conto di terzi, direttamente o indirettamente, nei 30 giorni di calendario precedenti l’annuncio della relazione finanziaria annuale e della relazione finanziaria semestrale di cui all’articolo 154-ter del D.Lgs. 58/1998, nonché dei resoconti intermedi di gestione (ovvero altre situazioni contabili di periodo ove ad essi assimilabili) che la Società è tenuta a, o ha deciso di, rendere pubblici secondo (i) le regole della Sede di Negoziazione nella quale le azioni dell’Emittente sono ammesse alla negoziazione, o (ii) il diritto italiano (c.d. blocking period). Resta inteso che il termine di 30 giorni di calendario antecedenti l’annuncio decorre dalla data della riunione del Consiglio di Amministrazione stabilita per l’approvazione dei dati contabili secondo il calendario finanziario della Società, o comunque fissata, e il blocking period termina solo successivamente alla diffusione al pubblico del comunicato stampa relativo all’approvazione dei predetti dati contabili.

9.2 In deroga a quanto previsto dal precedente articolo 9.1, la Società può consentire alle Persone Rilevanti il compimento di Operazioni (come di seguito indicato) aventi ad oggetto gli Strumenti Finanziari, per conto proprio oppure per conto di terzi, direttamente o indirettamente, nel corso del blocking period nei seguenti casi:
(a) in base a una valutazione caso per caso, in presenza di condizioni eccezionali, quali gravi difficoltà finanziarie che impongano la vendita immediata delle azioni;
(b) in ragione delle caratteristiche della negoziazione (trading) nel caso di Operazioni condotte contestualmente o in relazione a un piano di partecipazione azionaria dei dipendenti o un programma di risparmio dei dipendenti, un titolo o un diritto su azioni, o ancora Operazioni in cui l’interesse del beneficiario del titolo in questione non è soggetto a variazioni, il tutto come meglio precisato nell’Allegato “E” alla presente Procedura.
Nei precedenti casi (a) e (b) la Persona Rilevante è, in ogni caso, tenuta a dimostrare che l’Operazione specifica non può essere effettuata in un altro momento se non durante il blocking period come di seguito precisato.

9.3 Nei casi di cui al precedente articolo 9.2(a), prima di effettuare l’Operazione durante il blocking period, la Persona Rilevante richiede all’Emittente – mediante apposita richiesta scritta motivata da trasmettere all’attenzione dell’Amministratore Delegato, con copia al Soggetto Preposto – l’autorizzazione a vendere immediatamente le azioni detenute. La richiesta della Persona Rilevante contiene almeno: (I) la descrizione dell’Operazione considerata; (II) la spiegazione del motivo per cui la vendita delle azioni è l’unico modo ragionevole per ottenere i finanziamenti necessari; e (III) oggettivi elementi di riscontro (anche documentali) relativi ai profili di cui ai precedenti punti (I) e (II).
Ricevuta la comunicazione di cui al presente articolo 9.3, la Società effettua una valutazione caso per caso della richiesta presentata dalla Persona Rilevante e autorizza la vendita immediata delle azioni soltanto qualora le circostanze dell’Operazione possano essere considerate eccezionali. Per “circostanze eccezionali” si intendono le situazioni estremamente urgenti, impreviste e impellenti che non sono imputabili alla Persona Rilevante ed esulano dal suo controllo. La valutazione circa l’eccezionalità delle circostanze descritte nella richiesta di autorizzazione, è in ogni caso effettuata tenendo conto, tra l’altro, se e in quale misura la Persona Rilevante:
(i) al momento della presentazione della richiesta debba adempiere un obbligo finanziario giuridicamente opponibile o soddisfare una pretesa;
(ii) debba adempiere o si trovi in una situazione creatasi prima dell’inizio del blocking period che richiede il pagamento di un importo a terzi, compresi gli obblighi fiscali e il Soggetto Rilevante medesimo non possa ragionevolmente adempiere un obbligo finanziario o soddisfare una pretesa se non vendendo immediatamente le azioni.

9.4 Nei casi di cui al precedente articolo 9.2(b), la Persona Rilevante richiede alla Società l’autorizzazione al compimento dell’Operazione in tempo utile – e, in ogni caso nei termini e con le modalità indicati nell’Allegato “E” alla presente Procedura ove previsti nelle fattispecie contemplate in detto Allegato – mediante apposita richiesta scritta da trasmettere all’attenzione [dell’Amministratore Delegato], con copia al Soggetto Preposto, contenente oggettivi elementi di riscontro (anche documentali) relativi al verificarsi delle condizioni previste dal predetto Allegato “E” con riferimento a ciascuna delle fattispecie ivi contemplate. Ricevuta la comunicazione, la Società effettua una valutazione caso per caso della richiesta presentata dalla Persona Rilevante.

9.5 Le valutazioni di cui ai precedenti articoli 9.3 e 9.4 sono rimesse alla competenza dell’Amministratore Delegato che, a tal fine si avvale del supporto del Soggetto Preposto. L’Amministratore Delegato riferisce al Consiglio di Amministrazione in merito all’esito delle valutazioni svolte, in occasione della prima riunione utile. Resta in ogni caso inteso che:
(i) l’Amministratore Delegato, ove ritenuto necessario o opportuno, ha la facoltà di rimettere la valutazione alla competenza collegiale del Consiglio di Amministrazione della Società; e
(ii) ogni valutazione relativa e/o attinente ad Operazioni da compiersi dal Soggetto Rilevante che sia anche Amministratore Delegato della Società o da Persone strettamente legate al medesimo, rimane di competenza esclusiva del Consiglio di Amministrazione in forma collegiale.

9.6 L’Amministratore Delegato , tramite il Soggetto Preposto, è tenuto a dare un riscontro alla Persona Rilevante in merito agli esiti delle valutazioni svolte ai sensi dei precedenti articoli 9.3 e 9.4 entro 5 giorni di borsa aperta dal ricevimento della richiesta del soggetto interessato, ove la stessa sia completa dell’informativa e della documentazione richiesta dalla presente Procedura e comunque idonea a consentire una compiuta valutazione delle circostanze rilevanti. È fatta salva la facoltà dell’Amministratore Delegato o del Consiglio, a seconda del caso, di richiedere al soggetto interessato, entro il predetto termine di 5 giorni di borsa aperta dal ricevimento della richiesta, informazioni e/o documenti ad integrazione della richiesta di autorizzazione medesima; in tal caso, la Società, tramite il Soggetto Preposto, fornirà adeguato riscontro alla Persona Rilevante entro 3 giorni di borsa aperta dal ricevimento della documentazione integrativa.

10. COMUNICAZIONE DELLA PROCEDURA ALLE PERSONE RILEVANTI
10.1 La Società, tramite il Soggetto Preposto, è tenuta a informare i Soggetti Rilevanti, con le modalità previste dal presente articolo, dell’adozione della Procedura, nonché dei conseguenti obblighi sugli stessi gravanti ai sensi della Procedura e della normativa pro-tempore applicabile.

10.2 Il Soggetto Preposto è tenuto a consegnare ai Soggetti Rilevanti, rispettivamente all’atto dell’accettazione della nomina per i Soggetti Rilevanti di cui all’articolo 2.1(i), o all’atto di assunzione o nomina in qualità di alto dirigente per i Soggetti Rilevanti di cui all’articolo 2.1(ii) (congiuntamente, la “Nomina”), od inviare ai medesimi tramite raccomandata con avviso di ricevimento, anticipata via posta elettronica, ovvero tramite posta elettronica certificata ovvero tramite posta elettronica, entro e non oltre 5 giorni lavorativi dalla Nomina, la Lettera di Trasmissione, mediante la quale verrà fornita informativa ai Soggetti Rilevanti in merito all’adozione della Procedura (ovvero alle sue eventuali successive modifiche e/o integrazioni come precisato al successivo articolo 12), nonché agli obblighi giuridici e regolamentari derivanti dalla MAR, dalla relativa disciplina di attuazione e dalla Procedura, nonché alle sanzioni applicabili in caso di loro violazione. Alla Lettera di Trasmissione sarà allegata copia della presente Procedura. I Soggetti Rilevanti, entro e non oltre 3 giorni lavorativi dalla consegna o dal ricevimento della Lettera di Trasmissione, sono tenuti a consegnare al Soggetto Preposto la Lettera di Accettazione sottoscritta dal Soggetto Rilevante interessato, unitamente ad una copia della Procedura siglata in ogni sua pagina in segno di integrale accettazione. Detta documentazione verrà conservata a cura del Soggetto Preposto nell’archivio di cui all’articolo 4.2(b).

10.3 In sede di prima applicazione della Procedura, i termini stabiliti dal precedente articolo 10.2 per gli adempimenti a carico del Soggetto Preposto decorrono dalla data di entrata in vigore della Procedura, con riferimento ai Soggetti Rilevanti già in carica o in servizio a tale data.

11. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
11.1 Per le finalità di cui alla presente Procedura, la Società può essere tenuta a trattare determinati dati personali delle Persone Rilevanti. Le Persone Rilevanti sono pertanto tenute a esprimere il proprio consenso al trattamento dei rispettivi dati personali, da parte della Società ovvero di responsabili e/o incaricati dalla stessa designati, ai sensi e nei termini del D.Lgs. 196/2003, e successive modifiche, essendo edotte di quanto segue:
(a) la finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati;
(b) la natura obbligatoria del conferimento dei dati;
(c) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati e l’ambito di diffusione dei dati medesimi;
(d) i diritti di cui all’articolo 7 del D.Lgs. 196/2003;
(e) il nome e cognome, la denominazione o la ragione sociale e il domicilio, la residenza o la sede del titolare nonché del responsabile.
11.2 Con la consegna al Soggetto Preposto della Lettera di Accettazione di cui all’articolo 10.2 da parte del Soggetto Rilevante, si reputa validamente espresso il consenso, ai sensi e per i fini del D. Lgs. 196/2003.

12. MODIFICAZIONI E INTEGRAZIONI
12.1 Le disposizioni della presente Procedura saranno aggiornate e/o integrate a cura ed onere del Consiglio di Amministrazione dell’Emittente, tenuto conto delle disposizioni di legge o di regolamento comunque applicabili, nonché dell’esperienza applicativa e della prassi di mercato che verranno a maturare in materia.

12.2 Qualora sia necessario aggiornare e/o integrare singole disposizioni della Procedura in conseguenza di modificazioni delle norme di legge o di regolamento applicabili, ovvero di specifiche richieste provenienti da autorità di vigilanza, nonché nei casi di comprovata urgenza, la presente Procedura potrà essere modificata e/o integrata a cura del Presidente del Consiglio di Amministrazione ovvero dell’Amministratore Delegato, con successiva ratifica delle modifiche e/o integrazioni da parte del Consiglio di Amministrazione nella prima riunione successiva.

12.3 Le modifiche e/o integrazioni delle disposizione della Procedura ai sensi degli articoli 12.1 e 12.2 che precedono saranno comunicate ai Soggetti Rilevanti con le modalità indicate all’articolo 10.2. Nella comunicazione, sarà altresì indicata la data di entrata in vigore delle disposizioni nuove o modificate.

13. FLUSSO INFORMATIVO VERSO L’ORGANISMO DI VIGILANZA
La presente procedura – in linea con quanto previsto dal Codice Etico di Mittel S.p.A – diretta a garantire la parità informativa e a reprimere lo sfruttamento di posizioni di vantaggio informativo tramite operazioni di insider trading, reati rilevanti tra l’altro ai fini del D.Lgs. 231/2001, è da considerarsi quale parte integrante del Modello 231 di Mittel S.p.A.
Ai fini di un’efficace informativa verso l’Organismo di Vigilanza (OdV) a carico di tutte le parti richiamate dalla presente procedura vi è l’obbligo di comunicare all’OdV le anomalie o atipicità riscontrate nell’ambito delle informazioni disponibili, nonché, ove richiesto dall’OdV, il Soggetto Preposto dovrà assicurare, coordinandosi con le singole Funzioni coinvolte nei processi descritti nella presente procedura, l’accesso alla documentazione posta in essere per dare attuazione alle disposizioni della procedura stessa.
Le comunicazioni all’Organismo di Vigilanza di Mittel S.p.A. possono essere effettuate anche tramite l’indirizzo email: odv.mittel@mittel.it

Allegati:
– Allegato “A”: Elenco, esemplificativo e non esaustivo, delle Operazioni.
– Allegato “B”: Modello Lettera di Trasmissione.
– Allegato “C”: Modello Lettera di Accettazione.
– Allegato “D”: Modello di Notifica.
– Allegato “E”: Operazioni che giustificano l’autorizzazione a negoziare (trade) nei blocking period.